011 568 3865 info@centrocmrtorino.it 09:00 - 13:00 | 14:00 - 18:00

PERCORSO DELLA COPPIA

Il percorso che una coppia affronta quando decide di avere un bambino con la fecondazione assistita

Quando una coppia si rivolge al Centro CMR, viene seguita da un'equipe multidisciplinare di professionisti il cui lavoro è coordinato dal Dottor Maurizio Sodano, direttore del centro.
Quando si intraprende un percorso di fecondazione assistita, si va incontro a un processo composto da diverse fasi, vediamo ora quali sono:

FASE CLINICA

1Prima visita

Una volta fissato l'appuntamento presso il CMR la coppia effettuerà una prima visita, durante la quale ci sarà inizialmente un colloquio conoscitivo con l’esperto in Medicina della Riproduzione, per poi passare alla visita vera e propria.

Si tratta di una visita specialistica ginecologica con ecografia transvaginale a cui fa subito seguito una consulenza per l'analisi del caso. Se si è già in possesso di esami recenti è sempre bene portarli in modo da poter approfondire al meglio la visita.

Dopo una accurata valutazione anamnestica, degli esami diagnostici effettuati in precedenza e di eventuali trattamenti pregressi di PMA, il medico illustra le procedure, le percentuali di successo, gli eventuali rischi e i dettagli del percorso proposto alla coppia.

Durante la prima visita vengono prescritti, nel caso sia indicato, esami ematochimici e strumentali.

2Iter diagnostico

Per poter accedere al programma la coppia dovrà effettuare gli esami di laboratorio e strumentali che sono stati prescritti durante la prima visita.

In base all’esito di questi accertamenti, laddove risultasse necessario, potranno essere richieste ulteriori indagini come ad esempio delle consulenze specialistiche (andrologica, genetica, endocrinologica, psicologica...).

Gli accertamenti richiesti permettono di stabilire la metodica di PMA più opportuna e quindi, di ottimizzare le probabilità di un esito positivo per la coppia.

3Controllo esami e scelta dell’iter terapeutico PMA

Una volta completato l'iter diagnostico, la coppia effettua un controllo per visionare i risultati delle analisi effettuate e in questa sede si decide il piano terapeutico da seguire, che potrà essere rappresentato a seconda dell'indicazione da:
– rapporti mirati su ciclo spontaneo o con lieve stimolazione ormonale.
– inseminazione intrauterina (trattamento di I° livello)
– fecondazione in vitro (trattamento di II° livello)
Successivamente viene illustrata la procedura, gli eventuali rischi del trattamento, si risponde alle domande della coppia e viene chiesto di sottoscrivere il consenso informato firmato dal medico che ha fatto il colloquio e dal responsabile della struttura.
Infine viene illustrato il protocollo terapeutico personalizzato adeguato al trattamento da svolgere.

4 Stimolazione ovarica e monitoraggio

Il primo step del trattamento è caratterizzato da una fase di stimolazione farmacologica della multiovulazione, in maniera personalizzata, in funzione del trattamento prescelto.

La stimolazione ovarica o induzione dell'ovulazione multipla che dir si voglia, ha lo scopo di ottenere un numero maggiore di ovociti al fine di aumentare le probabilità di gravidanza.

Durante la fase di stimolazione è fondamentale il monitoraggio della crescita follicolare che viene effettuato tramite prelievi ematici per i dosaggi ormonali e mediante esami ecografici transvaginali. La fase di monitoraggio ha lo scopo di determinare il momento migliore per effettuare un'eventuale inseminazione intrauterina (IUI) se il trattamento scelto è di I° livello, o il prelievo ovocitario (Pick-Up) se ci si sottopone a un trattamento di II° livello (FIVET-ICSI).

FASE OPERATIVA

livello (IUI)

In coincidenza dell'ovulazione, il partner maschile dovrà effettuare una raccolta del liquido seminale che verrà opportunamente processato in laboratorio e successivamente impiegato per l'inseminazione intrauterina.

Dopo circa 15 giorni dall’inseminazione viene effettuato l’esame di gravidanza andando a ricercare nel sangue l’ormone β-HCG, prodotto dall'embrione una volta impiantato.

Se positivo circa 20 giorni dopo seguirà un’ecografia di controllo per osservare la presenza della camera gestazionale. Una volta osservata si potrà continuare, nei mesi a seguire, il monitoraggio della gravidanza.

In caso di esito negativo la coppia si consulterà comunque con il medico per valutare come proseguire.

livello (FIVET/ICSI)

raggiunta la maturità follicolare si procede con i seguenti step:
• prelievo dei gameti (Pick-Up ovocitario e raccolta liquido seminale)
• trattamento del liquido seminale
• inseminazione e coltura embrionaria
• transfer e/o crioconservazione degli embrioni
• esame di gravidanza (B-HCG)14 giorni dopo il Pick-Up
• controllo finale a seguito dell’esito dell’esame

Nel caso la coppia abbia deciso di effettuare il Test Genetico Preimpianto (PGT), al quinto/sesto giorno di coltura embrionaria (blastocisti), dagli embrioni ritenuti morfologicamente idonei verrà prelevato tramite biopsia un campione da analizzare.

Successivamente alla biopsia seguono i diversi step:
• crioconservazione degli embrioni bioptizzati e invio del campione bioptico al laboratorio di genetica molecolare Genoma di Roma
• attesa referto dell’analisi genetica
• scongelamento e transfer dell’embrione risultato idoneo al trasferimento
• esame di gravidanza (B-HCG) 9 giorni dopo il trasferimento
• controllo finale a seguito dell’esito dell’esame

scopriamo il percorso che affronterà la coppia che intende intraprendere un percoso di PMA

FASE CLINICA


COPPIA

PRENOTAZIONE E ACCETTAZIONE

PRIMA VISITA
Ginecologo

ITER DIAGNOSTICO
esami di laboratorio e strumentali

CONSULENZE SPECIALISTICHE
Andrologo, genetista, psicologo, endocrinologo, ecc...

CONTROLLO ESAMI E DECISIONE TERAPEUTICA
Ginecologo

ITER TERAPEUTICO PMA

consenso informato e della copia per esami propedeutici alla PMA

TRATTAMENTO MEDICO
stimolazione ovarica e monitoraggio ecografico/ormonale

FASE OPERATIVA


Medico e Biologi

PMA 1° LIVELLO

PMA 2° LIVELLO

Raccolta e trattamento del liquido seminale e inseminazione intrauterina

Dosaggio BHCG

Visita post trattamento

Prelievo ovocitario, trattamento seme, inseminazione, coltura embrionaria

Transfer embrionario e/o crioconservazione

PGT
Test Genetico Preimpianto

Crioconservazione

Referto PGT

Transfer embrionario
Solo in presenza di embrioni trasferibili

Dosaggio BHCG

Visita post trattamento

Medico e Biologi

PMA 1° LIVELLO

Raccolta e trattamento del liquido seminale e inseminazione intrauterina

Dosaggio BHCG

Visita post trattamento

ITER DI LABORATORIO
PMA 2° Liv.: Biologi

PMA 2° LIVELLO

Prelievo ovocitario, trattamento seme, inseminazione, coltura embronaria

PGT
Test Genetico Preimpianto

Transfer embrionario e/o crioconservazione

Crioconservazione

Referto PGT

Transfer embrionario
Solo in presenza di embrioni trasferibili

Dosaggio BHCG

Visita post trattamento